epilazione definitiva luce pulsata apparecchiature estetiche

I progressi tecnologici effettuati nell’estetica hanno permesso di sviluppare oggi un sistema di epilazione duraturo e comodo, rapido e indolore.

 

E’ il sistema di FOTOEPILAZIONE.

 

Con questa tecnica, il bersaglio è la matrice del pelo: seduta dopo seduta l’energia luminosa distrugge il bulbo e lo rende inattivo per una pelle liscia. La fotoepilazione è indicata per tutte quelle persone che vogliono dimenticarsi della depilazione, ma è anche efficace per trattare i pazienti affetti da problemi di crescita anormale dei follicoli piliferi, come l’irsutismo.

luce pulsata apparecchiature estetiche

 

PROGETTO ZER0.2 utilizza una luce policromatica ad alta intensità. Questa luce viene trasformata in calore quando colpisce uno specifico colore, nel nostro caso la melanina del pelo. L’impulso luminoso che raggiunge il bulbo pilifero viene quindi trasformato in calore dall’incontro con la melanina presente nei bulbi attivi.

 

Il considerevole aumento della temperatura che si viene a creare causa la distruzione del bulbo e dei capillari che portano il nutrimento allo stesso.

 

Si parla di azione di fototermolisi selettiva. I peli hanno una vita ciclica e non tutti si trovano nella stessa fase contemporaneamente. Dopo un periodo di crescita (Anagen), il pelo subisce lentamente un’involuzione (Catagen) che porta il follicolo alla fase in cui l’attività è sospesa (Telogen) fino al momento della ripresa. Il pelo muore spontaneamente e cade con la fuoriuscita del nuovo fusto.

I progressi tecnologici effettuati nell’estetica hanno permesso di sviluppare oggi un sistema di epilazione duraturo e comodo, rapido e indolore.  E’ il sistema di FOTOEPILAZIONE.  Con questa tecnica, il bersaglio è la matrice del pelo: seduta dopo seduta l’energia luminosa distrugge il bulbo e lo rende inattivo per una pelle liscia. La fotoepilazione è indicata per tutte quelle persone che vogliono dimenticarsi della depilazione, ma è anche efficace per trattare i pazienti affetti da problemi di crescita anormale dei follicoli piliferi, come l’irsutismo.
PROGETTO ZER0.2 utilizza una luce policromatica ad alta intensità. Questa luce viene trasformata in calore quando colpisce uno specifico colore, nel nostro caso la melanina del pelo. L’impulso luminoso che raggiunge il bulbo pilifero viene quindi trasformato in calore dall’incontro con la melanina presente nei bulbi attivi.  Il considerevole aumento della temperatura che si viene a creare causa la distruzione del bulbo e dei capillari che portano il nutrimento allo stesso.  Si parla di azione di fototermolisi selettiva. I peli hanno una vita ciclica e non tutti si trovano nella stessa fase contemporaneamente. Dopo un periodo di crescita (Anagen), il pelo subisce lentamente un’involuzione (Catagen) che porta il follicolo alla fase in cui l’attività è sospesa (Telogen) fino al momento della ripresa. Il pelo muore spontaneamente e cade con la fuoriuscita del nuovo fusto.